Attività e risultati


Energia del Moesano SA valorizza per conto dei comuni sia l’energia di concessione che l’energia di partecipazione.


Valorizzazione dell’energia di concessione

L’energia di concessione del comune all’origine del rispettivo diritto viene ceduta ad Energia del Moesano SA che paga al comune il corrispettivo prezzo di mercato. Facciamo notare come titolare del diritto sia il comune e non l’azienda elettrica comunale.

Nell’insieme, i comuni del Moesano dispongono di oltre 12'000'000 di kWh, pari a circa 1/6 del consumo regionale (base 2012) e 3'600 kW di potenza, pari a circa ¼ della potenza regionale massima richiesta in inverno. I comuni (e non le aziende elettriche comunali) sono i beneficiari di questa energia, rispettivamente della potenza. I comuni pagano questa energia ai prezzi prestabiliti dalle concessioni e la vendono ad Energia del Moesano SA ricevendo un compenso monetario pari ai prezzi contrattuali praticati da Energia del Moesano alle rispettive Aziende elettriche. In questo modo, le aziende elettriche pagano tutta l’energia che prelevano mentre l’utile sull’energia di concessione rimane ai comuni.

Con l’entrata in vigore della nuova legge sull’approvvigionamento elettrico, che impone la separazione fra costi di rete e costi dell’energia, Energia del Moesano SA si occupa anche del rimborso ai comuni dei costi rete pagati per il trasporto dell’energia di concessione. Il Comune ha infatti diritto, come finora, a ricevere i quantitativi di energia gratuita e a prezzi preferenziali (in kWh) come stabilito dalle concessioni, ma anche ad un rimborso dei costi di rete anticipati dalla propria azienda elettrica; solo così, l’energia di concessione è consegnata ai trasformatori dei Comuni senza rincari dovuti ai costi di rete definiti dalla nuova legge. Circa ¼ dei costi di rete pagati dalle aziende elettriche del Moesano viene quindi rimborsato ai comuni facendo leva sul diritti legati alla potenza.


Valorizzazione dell’energia di partecipazione

Grazie alle partecipazioni in ELIN SA (30%) e OIM SA (1%) i comuni dispongono, durante un anno idrologico medio, di circa 48 milioni di kWh. I comuni, per il tramite di Energia del Moesano, pagano alle centrali i costi partner che sono proporzionali alla quota azionaria, ricevendo in compenso la quota di produzione. Ad esempio, per la ELIN SA i comuni assumono il 30% dei costi, pari a circa 3.5 mio di fr. annui, ricevendo in media circa 45 milioni di kWh.

EdM valorizza questa energia rivendendola per conto dei comuni immediatamente all’Azienda Elettrica Ticinese con contratto valido fino al 31.12.2016. L’energia elettrica prodotta dalle nostre centrali permette una produzione flessibile durante i momenti della giornata con maggior richiesta di elettricità. A questo vantaggio si contrappone però lo svantaggio di una produzione per lo più estiva, quanto la richiesta di energia elettrica è minore. Tenendo conto di questi aspetti, il prezzo ricavato dalla vendita dell’energia di partecipazione, (fissato dopo una procedura di pubblico concorso al quale hanno partecipato i principali attori sul mercato svizzero) è leggermente superiore al prezzo pagato dalle aziende elettriche per l’energia supplementare necessaria alla regione. L’attuale prezzo di vendita, dovrebbe permettere di generare, premessa una produzione nella media, un utile interessante per i comuni titolari delle partecipazioni.

Facciamo notare che una piccola parte dell’energia di partecipazione (1% di OIM, pari a ca 3 mio kWh annui) fu ceduta in modo irreversibile negli anni 90 dal comune di Mesocco alla Grischelectra SA, società con partecipazione del Cantone e comuni del Grigioni. Questa quota di energia non è quindi gestita da Energia del Moesano e non è parte delle cifre sopra indicate.


Acquisto di energia elettrica supplementare necessaria alla regione

Il fabbisogno energetico regionale è attualmente coperto acquistando l’energia supplementare (cioè il fabbisogno dedotta l’energia di concessione) dall’Azienda Elettrica Ticinese. I prezzi sono stati fissati nel giugno 2011 fino al 31.12.2013 dopo una procedura di pubblico concorso al quale hanno partecipato i principali attori sul mercato svizzero. Il mercato dell’energia elettrica fissa i prezzi per il tramite di una borsa operante a livello europeo. Per i consumatori può essere interessante sapere che, in collaborazione con i partner contrattuali si cerca sempre il momento più opportuno per stabilire i prezzi del prossimo periodo di fornitura, cio a vantaggio diretto di tutti gli utenti.


Servizi e consulenze

EdM gestisce, per conto delle aziende elettriche comunali, l’etichettatura ed offre un centro di competenza per tutte le domande sulle nuove leggi ed i compiti corrispondenti.

EdM, per il tramite del progetto AEMo (Aziende Elettriche del Moesano) fornisce alle aziende elettriche partecipanti al progetto le necessarie consulenze ed i servizi per affrontare le sfide e sfruttare le opportunità legate alla liberalizzazione del mercato elettrico.

A partire da novembre 2012 EdM fornirà pure agli utenti un servizio di consulenza energetico.